Barbie


 

Le Barbie dal 1959 al 1968

 

Barbie Ponytail n° 1 e 2

Ponytail n. 1 e 2

La Barbie n. 1, adesso sogno di molti collezionisti, fu prodotta sia nella versione bionda che mora (molto più rara, in rapporto di tre bionde per una brunette). I segni particolari che la differenzieranno dalle successive in uscita sono molteplici: il colore del vinile è di un rosa talmente chiaro da sembrare bianco, a volte pallido. Gli occhi sono particolarissimi perché hanno palpebre in rilievo e tratti fortemente marcati di nero (un po' all'egiziana!) e l'iride dell'occhio completamente bianca. Le sopracciglia sono ad accento circonflesso. I capelli sono acconciati a coda di cavallo (pettinatura chiamata Ponytail, appunto) e hanno una specie di frangetta piena di riccioletti, le labbra sono rosse, come pure i fori del naso e le unghie di mani e piedi. La pianta dei piedi è bucata per fissare la Barbie al piedistallo in metallo con cui veniva venduta. I piedi bucati saranno caratteristici solo di questo modello e servono appunto a riconoscere una n. 1 e a distinguerla dalla n. 2 che è molto simile. La bambola veniva venduta con il famosissimo costume intero a righe trasversali bianche e nere, zoccoletti a tacco alto (il modello preferito di Barbie, visto che dopo ben 40 anni non è mai passato di moda e che si trova ancora nella produzione moderna) di colore nero e con il buchetto sulla suola e gli intramontabili orecchini a campanella color oro (che però, con il passare del tempo, finivano per ossidarsi e sporcare, quasi irreparabilmente, di verde le orecchie di Barbie!) Nel 1960 viene prodotta la Barbie n. 2 che è identica alla prima ma non ha più i piedi bucati... stesso costume, stessi orecchini, stessa pettinatura.

I buchi nei piedi Due primi piani della Ponytail numero uno in versione bionda e brunette.
La scatola originale della Barbie numero uno

Barbie Ponytail n° 3, 4 e 5

Nel 1960 viene prodotta la Barbie n. 3 che avvia la saga delle mille innovazioni che la Mattel apporterà all'immagine di Barbie. L'iride questa volta è blu ed è cambiato il disegno delle sopracciglia che adesso saranno solo leggermente curve, inoltre le possiamo trovare con l'eyeliner di due colori: blu o marrone. Altro elemento importante, è la sostituzione degli orecchini a campanella con quelli di perle bianche. Nel 1961 la Mattel comincia ad usare un nuovo tipo di vinile che darà al corpo di Barbie, sempre rigido e pesante, un colore più roseo. Nasce la Barbie n. 4. Il 1961 è comunque un anno proprio proficuo dal punto di vista produttivo: infatti nello stesso anno viene prodotta anche la prima Barbie con capelli rossi ( Red Hair), oltre ovviamente agli intramontabili modelli  Blonde e Brunette. Questa è la  Barbie n. 5: l'ovale del viso sembra leggermente allungato, permangono labbra rosse, iride blu con eyeliner blu e sopracciglia leggermente curve. I capelli sono leggermente più lunghi e i riccioli in fondo alla coda sono ben marcati. Il colore del vinile è decisamente rosato.

Barbie Bubblecut

Brunette Bubblecut

Nel 1961 viene prodotta per la prima volta una Barbie che ha cambiato taglio di capelli: i capelli infatti sono corti e cotonati, in gergo Bubblecut, e sarà un modello con enorme successo! I colori di capelli saranno molteplici dal Blonde al Titian, dal Brunette al White Ginger. Questo modello di Barbie verrà prodotto a lungo, fino al 1967. I modelli di pettinatura Bubblecut sono in realtà di due tipi: normale e side part.

Barbie Ponytail n° 6

Blonde Ponytail n. 6

Il 1962 segna l'anno in cui il marchio Mattel e il nome Barbie verranno registrati e depositati negli USA con valore e rilevanza internazionale. In questo anno sarà prodotta quella che i collezionisti definiscono la Barbie n. 6 che è quasi del tutto identica alla Barbie n. 5 se non per alcune piccole differenze: innanzi tutto cambiano le varietà del colore del rossetto e dei capelli, ma soprattutto, l'elemento che caratterizza questo modello è ciò che gli americani chiamano "chubbier apparence" del viso, cioè la mascella di Barbie sembra più quadrata e l'ovale del viso appare meno allungato ma più paffutello. Inoltre in questo anno il costume originario viene sostituito con un costume in jersey rosso.

Barbie Fashion Queen

Fashion Queen

Il 1963 è un anno importante perché viene lanciata sul mercato una nuova versione di Barbie, molto particolare e diversa rispetto alle precedenti e alle altre prodotte nello stesso periodo (Bubblecut e Ponytail n. 6): arriva la Barbie Fashion Queen che indossa un costume a righe bianche e oro e un copricapo (tipo turbante) che ricorda quelli egiziani. La sua caratteristica saliente è di non avere dei capelli pettinabili, bensì direttamente scolpiti nel vinile. Sono solo di colore  marrone castano, ed è dotata di un cerchietto removibile in vinile di colore blu. I capelli sono stati ideati in questo modo per facilitare il gioco: infatti questa bambola è dotata di 3 parrucche con 3 capigliature differenti e diversi colori di capelli, posizionate su uno stand apposito di colore bianco. Venne prodotta solo nel 1963 e nel 1964.

Barbie Ponytail Swirl

Blonde Swirl

Il 1964 segna l'arrivo di una nuova capigliatura per Barbie che perderà la frangia sostituendola con una ciocca piuttosto larga che parte dall'estremità sinistra della fronte per poi arrivare a toccare la tempia destra ed essere attaccata dietro la testa, alla coda di cavallo che comunque permane. Questa nuova pettinatura si chiamerà Swirl e la bambola avrà molteplici colori di capelli e di rossetto, permangono l'iride blu, le palpebre in rilievo e le sopracciglia leggermente curve. Sarà vestita con il caratteristico costume in jersey rosso.

Miss Barbie
Miss Barbie

Nello stesso anno, il 1964, comparirà un'altra innovazione in casa Mattel: Miss Barbie, molto simile alla Fashion Queen del '63. I capelli della Miss Barbie infatti sono scolpiti, color Brown e hanno un cerchietto di vinile removibile ma questa volta di color arancione, non mancano nemmeno le tre parrucche (Blonde, Brunette e Titian). Le labbra sono color corallo, le sopracciglia sono curve, il viso è piuttosto allungato ma la vera novità sono gli occhi che per la prima ed unica volta saranno come quelli delle bambole anni 40: si aprono e si chiudono!

Barbie American Girl
American Girl

Il 1965 segna l'inizio della produzione di uno dei modelli di Barbie più desiderati, ricercati e strapagati dai collezionisti di tutto il mondo, la prima American Girl Bendable Leg, con le gambe pieghevoli e con un taglio di capelli particolare, detto appunto all'americana, tagliati appena sopra le spalle con frangetta alta e rigorosamente lisci. Va comunque precisato che questo modello venne prodotto nel 1965 e nel 1966, questa aveva i capelli sempre con lo stesso taglio ma più lunghi rispetto alla versione dell'anno precedente. Era una capigliatura decisamente moderna e molto alla moda in quegli anni. I lineamenti del viso sono ancora quelli che avevano caratterizzato le Barbie dei primissimi anni '60, gli occhi sono grandi con palpebre sporgenti e iride blu ma nel complesso sono dei tratti molto addolciti, le sopracciglia sono leggermente curve e le labbra, ancora chiuse, potevano avere colori diversi che spaziavano dal rosso all'arancio al rosa. Anche il colore del vinile è più roseo e l'espressione di queste Barbie è davvero dolcissima, anche considerando che la maggior parte conserva ancora delle belle guance rosee. Era venduta con un costume intero diviso in due: la parte superiore era coloratissima perché su un fondo rosa vivo si alternavano righe verticali colorate dal verde scuro al viola, dal giallo al rosso. La parte inferiore invece era di color celeste.

Barbie Color Magic

Color Magic

Il 1966 è un anno interessante perché sarà prodotto un secondo modello di Barbie famosissimo e anche innovativo: Barbie Color Magic. La particolarità di questa Barbie sono i capelli, notevolmente più lunghi rispetto alle versioni degli anni precedenti con una ciocca laterale sulla fronte, tipo quella della swirl, che arriva sopra la tempia destra, tenuta con una fermaglio in miniatura color azzurro chiaro. Sono "capelli magici" perché realizzati in una particolare fibra plastica capace di cambiare colore e diventare rossa.  Questa Barbie venne venduta in due versioni: una con i capelli biondissimi, detta Golden Blonde, e l'altra con i capelli scuri detta Midnight Black. I capelli sono sempre lisci ma molto lunghi: arrivano fino sotto le spalle e cominciano a diventare il punto di forza della bambola. Oltre alla molletta azzurra, i capelli sono tenuti indietro con una fascia a fondo giallo con disegnati rombi colorati rosa, blu verdi e bianchi. La stessa fantasia fu utilizzata per realizzare il costume con cui veniva venduta la bambola. Il viso non ha subito grossi cambiamenti. In questi anni cambiò però anche il modo di confezionare le Barbie: dalla scatole tutte in cartone dei primi anni '60 si passò alle versioni trasparenti che potevano far vedere bene le bambole in tutto il loro splendore.

Barbie Twist 'n Turn

Twist and Turn

Il 1967 fu un vero e proprio anno di svolta, il viso di Barbie venne completamente rimodellato e reso più moderno. La bocca è sempre chiusa ma più sporgente, come se Barbie si accingesse a dare un bacio, le palpebre non sono più sporgenti come nelle versioni precedenti ma sono arricchite da ciglia vere impiantate. L'iride è sempre blu e le sopracciglia sono più arcuate e sempre di colore molto chiaro. L'ovale del viso è più allungato e la frangetta prende tutta la fronte. I capelli hanno quattro versioni di colori e sono lunghi fino a sotto la spalla e legati in un codino centrale sopra la testa tenuti fermi da un nastrino con tanto di fiocco. Questa è la prima Barbie Twist 'n Turn, così chiamata perché anche il corpo viene modificato, il busto è capace di ruotare su sé stesso. Il colore del vinile è più roseo e il trucco molto leggero non può fare a meno di guance marcate. Fu messa in vendita vestita con un costume formato da un due pezzi in plastica color arancio e un sopracostume in rete bianca con bordi arancio.

 

Home