Il Calendario Pirelli 1988

Barry Lategan with Gillian Lynne in London

 

Dicembre 1988

Dicembre

 

1984

1985

1986 1987

1989

Pagina Principale

Gli anni Sessanta Gli anni Settanta

Gli anni Novanta

 

 

L'idea ispiratrice del Calendario 1988 è la danza, e per questo è chiamata a collaborare Gillian Lynne, coreografa de Il fantasma dell'opera, un musical d’enorme successo. Lynne propone di fare un Calendario basato sulle quattro stagioni e sulle sensazioni che queste evocano. Durante l'inverno i corpi sono sferzati da un vento violento, agosto è languido e soddisfatto mentre novembre è triste perchè guarda indietro all'estate appena svanita. Le modelle sono tutte ballerine, soliste del Royal Ballet o prime ballerine di vari musical: Briony Brind, Victoria Dyer, Nicola Keen, Kim Lonsdale, Sharon McGorian, Naomi Sorkin e Carol Straker. Barry Lategan è scelto come fotografo, insieme al suo assistente Nick Clark, e nessuno si muove da Londra. Il nuovo elemento di quest'anno è la presenza di una figura maschile in alcune delle immagini, che Lynne usa come "oggetto" di contrasto con le ballerine. Hugo Bregman è scelto come "oggetto"; in ogni foto egli rappresenta, con diverse pose, l'immagine del battistrada delle gomme, come evidente riferimento al principale prodotto dell'azienda. Lo scopo di Gillian Lynne è di far trasparire l'erotismo dalla danza, anche se i corpi delle danzatrici sono parzialmente coperti. Il consiglio d’amministrazione della Pirelli è davvero esultante per questa edizione del Calendario, presentato poi come sempre con successo al pubblico e alla stampa.

 

Gennaio 1988

Gennaio

 

Febbraio 1988

Febbraio

 

Marzo 1988

Marzo

 

Aprile 1988

Aprile

 

Per tenere fede, senza ripetersi, al comandamento pubblicitario del pneumatico, del prodotto in campo, il Calendario del 1988 rompe la tradizione del "solo donne". Un corpo maschile, seppure mimetizzato da una tuta aderentissima che stilizza, nel disegno, il battistrada Pirelli, ha persino diritto di copertina ed entra nell'allegoria dei dodici mesi, creata da Gillian Lynne, la coreografa de Il Fantasma dell'Opera, fotografata da Barry Lategan e danzata da soliste del Royal Ballet e da altre ballerine di fila: Briony Brind, Victoria Dyer, Nicola Keen, Kim Lonsdale, Sharon McGorian, Noomi Sorkin, Carol Stralcer. L'uomo-pneumatico è Hugo Bregman.

 

Maggio 1988

Maggio

 

Giugno 1988

Giugno

 

Luglio 1988

Luglio

     

Agosto 1988

Agosto

 

E' il più casto dei Calendari perchè il movimento della danza rende impercettibili anatomie e trasparenze di nudità. Sembra una sterzata snobistica. Nessun compiacimento erotico, proprio mentre da qualche tempo, una porno diva, Ilona Staller, siede nel Parlamento Italiano. Ma il Pirelli non ha più bisogno di stupire, non deve strafare, né deve temere ripensamenti aziendali. "Il Calendario costa come un quarto d'ora di inflazionatissima pubblicità televisiva, ma, in termini d'immagine, rende infinitamente di più", dicono i responsabili del marketing e delle pubbliche relazioni. E' un verdetto positivamente senza appello.

 

Settembre 1988

Settembre

 

Ottobre 1988

Ottobre

 

Novembre 1988

Novembre

 

Il Fotografo

Barry Lategan. L'aspirazione era di diventare attore, ma fu decisivo l'incontro con Ginger Odes che lo convinse a fare dell'hobby della fotografia una professione. A Londra scattò le prime fotografie della modella Twiggy e lavorò per Vogue, Elle, Marie Claire e Realités. Dal 1977 divise il suo tempo fra Londra e New York, dedicandosi alla pubblicità di vari cosmetici e alla fotografia di moda.