Le Pin-Up - La Mia Collezione

 
Per poter definire tale una Pin Up, deve avere delle caratteristiche fondamentali: una di queste, di notevole impatto, è sicuramente la sua postura; deve assumere quelle posizioni che mettono in bella mostra e che portino in evidenza tutte le sue sinuose e morbide curve. Importante è l’espressione del volto: ingenuo, sorridente ed accattivante nello stesso tempo; a volte con quel falso broncio da ragazzina capricciosa che saprebbe incantare qualsiasi uomo, anche quelli “tutto ad un pezzo”. La Pin Up è spesso scherzosa e birichina con il suo osservatore. Per ultimo, ma non per questo meno importante, fondamentale è l’abbigliamento che deve aiutare la ragazza a mettere in evidenza le sue grazie con quel tipico effetto “vedo-non vedo”, non deve mostrare troppo, ma deve coprire in modo sapiente i punti “proibiti”; un classico esempio può essere un corpetto con una spallina cadente, che niente mostra ma che tutto lascia all’immaginazione… e che dire di quelle lunghe gonne alzate dal vento… e i trasparenti baby-doll che in controluce lasciano intravedere la silhouette… le vertiginose gambe inguainate nelle calze di nylon… le rigorosissime scarpe con tacchi a spillo. Una Pin Up non è mai completamente nuda, e in quei pochi casi in cui lo è, c’è sempre qualcosa, come fazzoletti, veli o altri oggetti, che ne occultano le parti più intime. Non è detto che la Pin Up sia sempre sola, può essere accompagnata anche da figure maschili, da animali (cagnolini al guinzaglio, uccellini, gattini) o auto d'epoca… fermo restando che deve sempre essere lei la protagonista indiscussa di tutta la scena. Questi sono gli ingredienti che uniti ad un cocktail di colori e un bel pizzico di innocente malizia contribuiscono a creare un’immagine di sicuro effetto.
Una Pin Up di George Petty
LIBRI E RIVISTE
CALENDARI
POSTER E DISEGNI
ALTRO
Gli originali riprodotti in questa pagina fanno parte della mia collezione.